info@studioviola.com
+39 091 681 18 44

Area Stampa

(AmericaOggi) Progetto BID/Lo Studio Viola diventa internazionale

Lo studio Viola vara il progetto BID e diventa internazionale. Con il Business Innovation Developer infatti, l’azienda palermitana propone progetti di internazionalizzazione, definendo le strategie di identità del cliente verso un consapevole accesso ai mercati di sbocco (BID Market Placement) nell’ambito di una collaborazione dinamica di reciproca crescita. Lo Studio Viola (www.studioviola.com)
sulla base dell’esperienza consolidata negli anni, a supporto dello sviluppo strategico delle iniziative imprenditoriali italiane nei mercati internazionali, ha progettato una gamma di servizi per l’internazionalizzazione basati sull’innovativa BID Philosophy.

Il team composto dagli esperti Business Innovation Developers dello studio, rappresenta il motore trainante del percorso BID, grazie alle specifiche competenze dei professionisti che ne fanno parte e soprattutto, alla forte motivazione nel supportare realtà imprenditoriali nei progetti di crescita e/o consolidamento internazionale. “Abbiamo creato,un Dipartimento BID composto da diverse aree d’intervento; ogni area rappresenta una specifica esigenza dell’impresa
all’interno di un percorso d’internazionalizzazione fortemente basato sull’innovazione di valore, di processo e tecnologica che il Business Innovation Developer è in grado di soddisfare grazie all’utilizzo delle più innovative metodologie di lavoro”.

“Il nostro cliente – prosegue Viola, business Developer e socio fondatore dello studio – è il protagonista del progetto BID, ne condivide la filosofia, contribuendo al raggiungimento dell’obiettivo, attraverso una partecipazione operativa e strategica”.

“Il nostro Studio – conclude il commercialista siciliano – che è anche rappresentante per la Sicilia della Amcham, la Camera di Commercio americana in Italia – opera da anni nel campo del commercio internazionale tra l’Europa e l’area nord-americana, le competenze e l’esperienza maturate su progetti d’internazionalizzazione permettono di offrire il massimo del valore aggiunto su progetti BID con target gli USA ed il Canada, oltre che ovviamente i Paesi dell’Europa centrale e settentrionale”.